Privacy Policy

La mia fotografia

I miei ritratti sono firmati Paolo Formica

Caro amico, sono davvero contento che tu abbia visitato il mio sito, leggendo i miei pensieri e vedendo alcuni miei lavori.

Mi piacerebbe sapere come ti chiami e in quale campo lavori.
Sono convinto che in ogni settore ci si può esprimere e mostrarsi meglio attraverso un'immagine più genuina, dinamica e convincente.

Io, comunque, mi chiamo Daniele. E tu?

Per professione realizzo fotografie e video.
Mi piace davvero tanto. Specialmente quando il cliente mi dà delle soddisfazioni dal punto di vista creativo ed economico. Anzi, soprattutto quando effettuo un così bel lavoro che lo riempie di gioia.
Già, perché a differenza di diversi altre professioni, lavorare sull'immagine ti porta a risultati imprevedibili e ogni giorno ci può essere una luce, una presenza o un evento particolare e memorabile.

Pare un lavoro frivolo, in realtà ci vuole il massimo dell'impegno se ci si vuole differenziare. E poi il frutto del mio lavoro, ovvero l'immagine, sia essa statica che dinamica, porta soldi, dà lavoro.
Pensaci bene e vedrai che è proprio così: senza fotografie convincenti e persuasive, certe realtà parrebbero morte. Con questo tipo di immagini, invece, riprendono vita perché risultano convincenti e le persone sono invogliate a recarsi da loro.

In questo sito ho il piace di mostrarti alcune mie fotografie, ma, come avviene in altri ambiti, penso sia limitante offrirsi e mostrarsi solo per ciò che si produce.
Sono convinto che le persone (e anche le aziende, essendo queste composte da persone), quando scelgono un professionista, lo facciano badando prima di tutto alla persona.

Per mia fortuna, quasi tutti gli altri fotografi si mostrano come se fossero dei supermercati con il loro bel catalogo: portfoli sterminati, brevi frasi in terza persona per sentirsi autorevoli e nessun ritratto del loro volto, del loro sorriso, dei loro occhi.

Sia le aziende che i singoli professionisti, se vogliono trovare dei clienti, devono per forza raccontarsi e mostrarsi per quello che sono (o per quel che pensano di essere, ma è un altro discorso).

Di me posso dirti che sono una persona sia razionale che sognatrice, sarà per questo motivo che unisco aspetti materiali ad altri più romantici e senza prezzo come la luce e il colore.

Non mi piace ricevere ordini e neanche darli, infatti i miei ritratti migliori non sono quelli ottenuti dopo estenuanti sessioni in sala pose nelle quali dire ai modelli e modelle (o persone normali) cosa fare e come stare. Nei ritratti migliori si nota la vita grazie allo stupore presente negli occhi e nel sorriso. Se non si entra subito in sintonia non c'è sperenza di ottenere in futuro una bella fotografia.

Le persone mi piace fotografarle da vicino ma non troppo. O lasciare che interagiscano tra di loro. Quando realizzo dei ritratti, voglio che questi durino poco, in modo da far intravedere un po' di stupore nei loro occhi e nelle loro labbra. "Vuoi un mio ritratto? Davvero? Ah Ah Ah! E come mai?" Ecco, se si nota questa aspetto, sono contento del mio lavoro.
Non voglio mica vedere dei manichini, dei robottini o degli zombie!

Sarò strano, ma mi piace impegnarmi sia nella fotografia di interni sia in quella incentrata sulle persone.
Quando fotografo degli spazi interni, infatti, sento la mancanza delle persone, mentre quando fotografo le persone, vorrei a volte semplicemente vedere i posti dove trascorrono molto tempo.

Potrei anche dirti tutte le cose, i luoghi e le persone che ho fotografo negli ultimi anni, oppure potrai linkarti una gallery con il mio "The best of Dani", ma non mi sembra un caso.
Questo perché penso di poter fare meglio di quel che feci e perché preferisco immaginare tante ottime occasioni fotografiche future.
La vita scorre e continua e non ha senso fossilizzarsi e parlare del passato quando, nello stesso istante, si potrebbero ritrarre così tante cose!

Il bello della fotografia è il suo vivere in mezzo al mondo. La fotografia non può non mostrare la realtà, per cui ci va una certa mentalità, sensibilità e predisposizione. Chi pensa che basti mettere a fuoco, esporre correttamente, inquadrare badando alle linee dritte sbaglia di grosso. Più che un lavoro tecnico, è un lavoro che va fatto col cuore. Anche quando si vogliono denunciare certe situazioni ci va molto tatto ed empatia. Bisogna immedesimarsi col prossimo, tentanto di capire come ci si sentirebbe ad essere fotografati in certe situazioni. E se ciò per alcuni può risultare complicato, bisogna quanto meno capire se quel servizio sarà veramente utile o no.

DOVE CI POSSIAMO INCONTRARE?

Prima di realizzare un servizio, devo ovviamente parlare coi clienti per vedere cosa vogliono che venga ritratto e per capire se sono d'accordo con la mia idea.
Possiamo vederci in un caffè del centro di Torino, oppure posso venire da te a fronte di un rimborso di circa €100 a seconda della distanza e della durata.

SCRIVIMI!

Inviami un'email utilizzando il form qui sotto per parlarmi di te, della tua attività e per chiedermi info su un possibile servizio fotografico (o video).
Se hai un'azienda, un hotel o se organizzi un evento, dammi più informazioni possibili, ad esempio sul numero di spazi interni da fotografare, su dove si trova la struttura e sul numero di fotografie desiderate.

Grazie!